giovedì 26 gennaio 2012

Abuso di sciopero

Avevo "nel buzzo" queste piccole considerazioni che per infingardia non ho postato. Poi la lettura del post di Tommasso è riuscito a scuotermi...

L'ultima settimana di natale il nostro bimbo ha saltato per 2 giorni l'asilo prima a causa di un'ingresso posticipato per un'assemblea sindacale, e poi per uno sciopero. Lo stesso si è ripetuto nella prima settimane e nella seconda settimana dopo il rientro dalle vacanze natalizie. Idem è capitato mercoledì (ingresso posticipato alle 10:30 per un'assemblea sindacale) e domani è in agguato un nuovo sciopero. Accanto a questo sommo pure le altre volte che Ottobre e a Novembre per colpa di scioperi o l'asilo non era garantito e pure le assemblee sindacali, visti nostri i turni, ci mettono spesso in difficoltà per conciliare il lavoro con le cure parentali. Devo anche dire che talvolta a noi va meglio rispetto ad altri genitori perché, nonostante i nonni abitino distanti, i turni, quando riusciamo ad "aggiustarli" in tempo, ci salvano in corner!
Detto questo però osservo come ad esempio gli scioperi cadano quasi sempre - succede anche nella mia azienda - di venerdì (sarà un caso?), unito al fatto che spesso le motivazioni dello sciopero mi sembrano pretestuose, mi inducono a pensare che lo strumento dello sciopero sia abusato e mi fanno sorgere spontanea una domanda: Se chiunque osserva quanto ho appena descritto, che credibilità può più avere lo sciopero?

domenica 15 gennaio 2012

Non voterò

Dopo che la corte costituzionale ha bocciato i referendum sulla legge elettorale, già prevedo che il parlamento si guarderà bene dal varare una legge elettorale diversa da quella attuale. Ero già abbastanza stufo di vedere in parlamento perpetuarsi da anni le solite facce, e dopo questa decisione - che nonostante sia legittima trovo schifosa - mi hanno fatto passare del tutto la voglia di presentarmi al seggio alla prossima tornata elettorale.

mercoledì 11 gennaio 2012

Fedora 16

Sotto le feste di natale ho deciso per far posto nella mia piccola casa di spostare la scrivania con il desktop e stampante nel sottoscala, e l'ho rimpiazzato con un notebook. La scelta è caduta su un HP Pavilion g6 1007sl. Dopo averci smanettato per qualche giorno ho eseguito il backup della partizione di ripristino, e ho creato i dischi di ripristino di Windows 7 (non si sa mai...), successivamente ho "piallato" l'hard disk e vi ho installato la nuova distribuzione linux Fedora 16.
A parte alcune piccoli problemi, per esempio non funzionano i tasti per la regolazione della luminosità del display, oppure il driver per il wifi broadcom che purtroppo non è Open Source e quindi occorre installarla da rpmfusion, o l'impossibilità di disattivare la scheda grafica discreta Radeon HD 6470M in favore della HD 4200 integrata e meno energivora, sono abbastanza soddisfatto della nuova release Fedora che rispetto alla precedente segna un bel passo avanti.

A proposito di...

malinconico rinunciare a una poltrona tanto soffice e prestigiosa.

Confesso...

che da quanto B. si è dimesso e con l'arrivo di Mario Monti la mia voglia - diciamo così - di stare sulle barricate è parecchio diminuita, anche gli interventi in blog amici sono molto calati. E' forse l'effetto della "cura Monti"?