lunedì 24 settembre 2012

Inutili polver[i,o]ni

Strepitoso quando senti il presidente della regione Lazio -tanto per cambiare, sono tutti uguali 'sti politici- "aho, annamo avanti!" come se nulla fosse, e che giustamente il presidente del consiglio ha segnalato come situazione inaccettabile, cosi come lo avevano notato i comuni cittadini che non gozzovigliano a ostriche e champagne dove molti sono esposti alle buriane del periodo economico infelice. Come avevo già detto, ci sono su come venivano gestiti i pubblici denari nella regione Lazio ci due possibilità:
  • La Polverini sapeva e quindi o era complice o perlomeno omertosa.
  • La Polverini non sapeva e allora è inadeguata perché ha uno scarso controllo su quello che i suoi sottoposti hanno fatto.
Per queste ragioni le dimissioni della Polverino sono un preciso dovere.

Che dire poi di certi personaggi che riescono a guardare (se così si può definire) la pagliuzza nell'occhio del prossimo come ad esempio Alemanno quando dichiara "serve azzeramento del PDL", dimenticandosi delle proprie "travi".
Alle elezioni del 2010 a me pareva evidente che la Bonino era invisa da buona parte del sistema politico laziale di tutti gli schieramenti perché il sistema di potere sapeva che quelle fanfaronate a base di ostriche e champagne e tanto altro, non sarebbe stato permesso.

Nessun commento: