domenica 30 settembre 2012

Vitelli d'oro

Premetto che a me del calcio non me ne frega niente perché lo ritengo un mondo marcio, come tanti altri in questo dannato paese, che deve estinguersi. Oltre alle gesta di "eroi" del pallone come Pelè, Zico, Baggio, Cruyff, l'unico calcio che mi piaceva, ora non posso più, era quello praticato.
Ho letto alcuni commenti su facebook di alcuni tifosi Juventini su Zeman, leggersi questa pagina per comprendere chi sia è d'obbligo, trovandoli semplicemente ridicoli. Tutto solo perché l'allenatore boemo si è permesso di raccontare come stanno le cose nel mondo del pallone:

« Le esplosioni muscolari di alcuni calciatori? E' uno sbalordimento che comincia con Gianluca Vialli e arriva sino ad Alessandro Del Piero. Io che ho praticato diversi sport pensavo che certi risultati si potessero ottenere solo con il culturismo, dopo anni e anni di lavoro specifico. Sono convinto che il calcio sia tutto un altro tipo di attività, almeno il mio, che in una sola parola definirei positivo. Nel calcio non c'è ancora stato lo scandalo esplosivo. Ma tanto più uno sport è importante, tanto più si addensano i pericoli, tanto più conviene a tutti chiudere un occhio sugli aspetti negativi. So di molti medici passati dalla bicicletta al pallone, di molte società di Serie A che si avvalgono di farmacologi. Bisogna evitare che anche il calcio diventi come il Tour . Anche io ho ricevuto molti depliant pieni di farmaci. Farmaci che forse non provocano danni, ma chi può escludere che le conseguenze non si manifestino a distanza di anni? Il problema è che gli atleti sono condizionati dagli interessi del momento e non si preoccupano della salute. E i dirigenti pensano solo a sfruttarli al massimo, senza andare troppo per il sottile. Insomma, da un po' di tempo è sempre più difficile resistere alla tentazione della pillolina magica. Sarò anche romantico, ma non sono ingenuo. Sono certo che molti giocatori di Serie A, forse anche nella mia squadra la Roma, non sappiano rinunciare a certe sostanze. Il business prevale su tutto. Il mondo del calcio è dominato dalla finanza oltre che dalle farmacie. » 
(da wikipedia)

Questo è quello che dichiarava nel 1998 l'allenatore boemo e che gli ha fatto "guadagnare" la stima e la simpatia del suo mondo. Se chi fa certi commenti avesse il coraggio di andare oltre la punta del proprio naso guardando a tutti i casi di cronaca che sono esplosi nel calcio e in altri sport da 14 anni a questa parte, non potrebbe certo sostenere che Zeman abbia raccontato balle. C'è il brutto vizio in questo paese di emarginare, di contestare, di coprire di insulti chi osa scoperchiare i pentoloni e raccontarli al pubblico. Tutto questo mi fa venire in mente la vicenda umana di Simone Farina, un altro che ha avuto il coraggio di raccontare il mare di letame in cui sguazza il nostro calcio, uno a cui gli hanno detto bravo non ti lasceremo solo, ma che intanto è senza contratto ed emarginato - lui si che merita di starci - dal mondo del calcio.
Non mi meraviglia che uno come Zeman stia sui coglioni.
Non mi meraviglia che siamo un paese da burletta.
Non mi meraviglia che questo sia un paese comandato dai mafiosi.
Perchè i tanti tifosi del calcio come della politica, è gente incapace di pensare con il loro cervello e con gli occhi e orecchie perennemente tappati , hanno i loro vitelli d'oro a cui prostrarsi,  e se c'è qualcuno racconta le loro bravate guai a chi li tocca.

Piccola nota, per così dire, di colore: le parole di questa dichiarazione del presidente della Juventus (che critica sentenze in cui la Juventus non c'entra niente) devo averle sentite da qualche altra parte. Anche questo dovrebbe aiutare a far chiarezza su chi sono oggi i personaggi che tirano i fili del mondo del calcio, e che si presentano al mondo come vittime.

3 commenti:

PaoloVE ha detto...

Michele!

perchè mai scrivere di calcio quando palesemente non ne capisci nulla, ovvia! Scrivi di ippica, di automobilismo, motociclismo, nuoto,.. insomma di sport dove non si usa la palla, che l'argomento ti è evidentemente ostico! Al limite di rugby (lì la palla è ovale...)

:-)

Nel post di domani ti nasconderò la mia risposta...

Ciao

Paolo

Michele Reccanello ha detto...

E' vero non ne capisco niente, nemmeno degli altri sport per dire la verità... Ma lo sai che lo sport nazionale è fare l'allenatore... 60 Milioni di incompetenti ;-)

Nonostante tu sia tifoso Bianco Nero sfegatato, non credo che tu pensi che esistano in quel club dei "santarellini" che non hanno mai fatto niente. Rispondi solo a quella osservazione che c'è nel post:
Se chi fa certi commenti avesse il coraggio di andare oltre la punta del proprio naso guardando a tutti i casi di cronaca che sono esplosi nel calcio e in altri sport da 14 anni a questa parte, non potrebbe certo sostenere che Zeman abbia raccontato balle.

PaoloVE ha detto...

"60 Milioni di incompetenti"

...e io sono orgogliosamente uno di essi!

Sono juventino ma non sfegatato: credo che Zeman abbia almeno in parte ragione, ma che sbagli ad ascrivere tutto ai soliti juventini (che sono diventati il più comodo e scontato dei capri espiatori) e dare tutto per certo e provato, anche a livello personale, col risultato di perdere di credibilità...

Ciao

Paolo